Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DILEF Dipartimento di Lettere e Filosofia
Home page > Ricerca > Campagne di scavo > CAULONIA-S. MARCO Nord-Est

CAULONIA-S. MARCO Nord-Est

============================================================================== 

 

Giovedì 12 dicembre 2013, alle ore 17, per il ciclo di conferenze organizzate nell’ambito della manifestazione  "Incontri al Museo 2013-2014" dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze, Lucia Lepore (Università di Firenze) parlerà degli "Aspetti di vita quotidiana dal quartiere abitativo di S. Marco nord-est a Caulonia".

Seguirà l’inaugurazione della Mostra  Kaulonía la città dell’amazzone Clete. Gli scavi dell’Università degli Studi di Firenze a Monasterace Marina, promossa dall’Università di Firenze (Dipartimento di Lettere e Filosofia), in collaborazione con le Soprintendenze per i Beni Archeologici della Toscana e della Calabria.La Mostra sarà visitabile dal 12 dicembre 2013 al 9 marzo 2014.

Alla Mostra è dedicato un Catalogo, dallo stesso titolo, curato da Lucia Lepore, Maria Rosaria Luberto, Paola Turi.

Sede della conferenza e della Mostra è il Museo Archeologico Nazionale di Firenze (Piazza S.S. Annunziata, 9b)

 

                        Invito  immagine PDF                           Locandina  immagine PDF                     Comunicato stampa   immagine PDF

 

==============================================================================

 

sito dedicato allo scavo

 

La missione fiorentina diretta dalla prof. Lucia Lepore conduce dal 2003 indagini archeologiche nel sito dell'antica Caulonia, odierna Monasterace Marina (RC). Le annuali campagne di scavo, di durata mensile, si effettuano usualmente tra la metà di luglio e la metà di agosto e prevedono la partecipazione di studenti e professionisti di vario ordine e grado dell'Ateneo fiorentino e di altre Università italiane, nonché di esperti del settore. Tutti i partecipanti sono coinvolti nelle varie attività di scavo e documentazione sul campo e in laboratorio (lavaggio e prima selezione dei materiali).

 

Settimanalmente i responsabili dei singoli settori relazionano sullo stato delle ricerche nella loro area, elaborando un testo scritto in collaborazione con tutti gli altri colleghi operanti nello stesso saggio; a conclusione di ogni campagna il direttore scientifico, Prof. Lepore, presenta nel corso di una conferenza finale i risultati delle indagini svolte a beneficio, oltre che dei partecipanti alla missione, della comunità locale. Il lavoro di rielaborazione dei dati raccolti durante lo scavo continua, poi, in sede a Firenze con laboratori annuali destinati agli studenti degli insegnamenti di Archeologia della Magna Grecia e Metodologie della Ricerca Archeologica.

 

L'antica colonia achea di Caulonia è stata identificata nell'odierna località di Monasterace, centro situato sulla costa ionica della Calabria al confine tra le province di Reggio e Catanzaro. Il sito, individuato da Paolo Orsi durante i primi decenni del ‘900, negli anni ha restituito importanti dati sull'estensione della cinta muraria e sull'ubicazione delle aree sacre, delle necropoli e di alcuni quartieri destinati all'edilizia privata.

 

 visione del video

 

 

L'Università di Firenze lavora da nove anni all'esplorazione di un settore collocato in un punto nevralgico dell'antico tessuto urbano

 

caulonia panoramia  Fig. 1

 

 

Affacciato sul mare, a metà strada tra la fiumara Assi (antico approdo per la navigazione di piccolo cabotaggio) e il santuario di Punta Stilo, l'abitato in località S. Marco Nord-Est ha restituito cospicui resti di strutture appartenenti a più periodi

 

pianta dello scavoFig. 2

foto scavo  Fig. 3

foto scavo particolare  Fig. 4

 

 

Le indagini più recenti hanno permesso di individuare tracce di frequentazioni consistenti già dalla metà dell'VIII secolo a.C. indiziate da materiali d'importazione corinzia quali frammenti di protokotylai e kotylai Aetos 666, mentre frammenti di coppe tipo Thapsos rinvenuti qui come in altri settori dell'antico perimetro urbano indicano che la presenza greca nel sito diviene stabile a partire dagli anni finali dello stesso secolo. Ceramica d'importazione e di produzione coloniale documenta nei periodi successivi la continuità di vita dell'insediamento, ma si tratta di materiali non ancora collegabili a strutture che compaiono, invece, solo a partire dalla fine del VII e nel corso del VI secolo a.C. (figg. 3 e 4, fasi in arancio, blu e verde; fig. 5, foto della teca della fase verde).

 

schema  Fig. 5

 

Immediatamente successiva è la casa di periodo classico denominata "Casa del Personaggio Grottesco"dalla matrice rinvenuta nell'ambiente α (fig. 6, in basso a sinistra), costituita da due ampi vani aperti su un grande cortile (fig. 3, in giallo; fig. 6 ). Da qui provengono suppellettili domestiche ed ornamenti architettonici che sembrano alludere all'alto livello sociale dei proprietari e che testimoniano il pieno inserimento della città nei principali circuiti commerciali dell'epoca. Questo edificio si apre su un asse viario orientato in senso N-S, impiantato sin dall'epoca tardo-arcaica, del quale possediamo unicamente la misura in larghezza -m 6,65- attestata dal rinvenimento sul lato Est di una struttura abitativa analoga alla suddetta casa per tecniche costruttive, qualità e modalità di distribuzione dei materiali rinvenuti.

 

 foto caulonia  Fig. 6

 

La fase edilizia più recente risale al periodo ellenistico ed è rappresentata da un edifico di proporzioni ragguardevoli (fig. 3, in rosso; fig. 7, in verde) i cui limiti non sono ancora stati interamente definiti a causa della presenza sui lati Est e Sud di una strada moderna. L'edificio sembra avere pianta quadrangolare con divisioni interne scandite da setti murari aperti verso una zona centrale; il suo orientamento E-W, completamente divergente da quello Nord-Sud delle strutture appartenenti a tutte le fasi precedenti, e l'obliterazione dell'asse viario sono segni evidenti dei rivolgimenti che portarono nel corso del III secolo a.C. ad un totale riassetto dell'impianto urbano (fig. 3, in rosso).
L'edificio in questione viene ampiamente reimpiegato nei secoli successivi fino a quando, in periodo tardo antico, viene impiantata una piccola necropoli che costituisce, quindi, l'ultima fase di vita individuata nel sito di S. Marco Nord-Est.
I rinvenimenti archeologici attestano, dunque, in questo luogo la presenza di un insediamento che, senza soluzione di continuità, vive dal periodo mediogeometrico tardo (metà dell'VIII secolo a.C.) fino ad epoca tardoantica (VI-VII secolo d.C.).

 

Bibliografia


Oltre agli annuali aggiornamenti nel corso dei convegni sulla Magna Grecia di Taranto, si veda nello specifico
L. Lepore - P. Turi (a cura di), Caulonia tra Crotone e Locri, Atti del Convegno Internazionale, Firenze 30 maggio-1 giugno 2007, Firenze 2010, in particolare:
L. Lepore, Gli scavi in località S.Marco nord-est:dall'oikos arcaico alla sistemazione ellenistica, pp. 81-114;
P. Turi - P. Pallecchi, Osservazioni sulla composizione e sulla tecnica di fabbricazione di alcune classi ceramiche di S. Marco nord-est a Caulonia, pp. 115-134.

M. R. Luberto, Note sulla ceramica di VIII e VII secolo a.C. dallo scavo S. Marco Nord-Est a Caulonia in Alle origini della Magna Grecia: mobilità, migrazioni, fondazioni, Atti del 50° Convegno Internazionale di Studi sulla Magna Grecia di Taranto, Taranto 1-4 ottobre 2010, in corso di stampa
L. Lepore - M. R. Luberto - P. Turi, Vivere a Caulonia. Tracce di quotidianità in una colonia della Magna Grecia, Catalogo della mostra Spigolando tra gli archivi... dall'archivio della terra a quello cartaceo, Università degli Studi di Firenze-sala Comparetti, 20 ottobre-17 novembre 2010; in preparazione.
Studi sui materiali in corso di espletamento da parte del gruppo di lavoro su S. Marco:
C. Giatti, Le ceramiche romane
L. Lepore, La ceramica attica
M. R. Luberto, Le ceramiche arcaiche
G. Spallino, Le anfore da trasporto
P. Turi - I. Grifoni, Ceramiche acrome e da fuoco

Altri studi:
D. Chini, Realizzazione di sito web dedicato alle indagini in località S. Marco Nord-est e di database per l'archiviazione dei dati di scavo.

 

 

 
ultimo aggiornamento: 10-Dic-2013
Unifi Home Page

Inizio pagina