Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DILEF Dipartimento di Lettere e Filosofia
Home page > Ricerca > Unità di ricerca > Pratiche estetiche, trasformazioni antropologiche, scenari contemporanei (PTS)

Pratiche estetiche, trasformazioni antropologiche, scenari contemporanei (PTS): estetica, antropologia filosofica, genealogia dei concetti


immagine
L’Unità di ricerca nasce dall’esigenza di costituire una piattaforma interdisciplinare capace di far interagire ricerca storico-critica, disseminazione del sapere a livello del territorio e collaborazioni ad ampio raggio con istituzioni nazionali ed internazionali.
 
Il profilo interdisciplinare dell’Unità di ricerca è caratterizzato dal coinvolgimento di competenze diverse in seno al Dipartimento:
  • il sapere estetico indagato sia dal punto di vista evolutivo (nel suo legame ad esempio con le neuroscienze) sia dal punto di vista dei linguaggi artistici della contemporaneità e delle sue declinazioni operative (designfashion design, comunicazione visiva);
  • l’antropologia filosofica nelle sue implicazioni con i mutamenti determinati dai processi tecnologici e l’impatto delle tecnologie nella definizione di una nuova idea di soggettività;
  • la riflessione storico-filosofica come ricognizione genealogica delle metamorfosi della corporeità.
 
L'obiettivo generale dell’Unità è l'elaborazione e la verificazione di una teoria euristica plausibile e unificante (il nuovo paradigma della “mente estetica” e del suo rapporto con la teatralità umana) in grado di includere il vasto orizzonte dei linguaggi artistici della contemporaneità e di spiegarne emergenze, genealogie culturali e implicazioni antropologiche.
 
In stretta connessione con il carattere in progress di questo quadro teorico generale sono anche le indagini rivolte a sondare i molteplici scenari del contemporaneo: le pratiche estetiche della quotidianità, i processi di estetizzazione, le dinamiche simbolico-espressive e il significato antropologico delle immagini, la riconsiderazione del concetto di mimesis attraverso un’accurata riflessione sui concetti di intermedialità, interattività e performatività.
 

Obiettivi operativi dell’Unità sono:

  • la disseminazione del sapere a livello del territorio coordinando seminari, workshop, convegni internazionali;
  • favorire e valorizzare i risultati della ricerca con collaborazioni interdisciplinari;
  • contribuire a percorsi di alta formazione (tesi di laurea, dottorati, master, corsi avanzati, ecc.).
 
I settori disciplinari del Dipartimento coinvolti sono: 
  • M-FIL/03 Filosofia morale
  • M-FIL/04 Estetica
  • M-FIL/06 Storia della filosofia

 

Coordinatore scientifico: Fabrizio Desideri

 

Componenti dell’Unità di ricerca:
 
Dottorandi, assegnisti e borsisti del Dipartimento:
Alice Barale (Assegnista di Ricerca, DILEF)
Marina Montanelli (Borsista di ricerca, DILEF)
Bruno Giancarli (Dottorando)
Ruben Marzà (Dottorando)
Anna Migliorini (Dottorando)
Marta Rosa (Dottoranda)
Vincenzo Zingaro (Dottorando)
 
Personale extrauniversitario: 
Maria Teresa Costa (Wissenschaftliche Assistentin – Kunsthistorisches Institut Firenze)
 
Programma di ricerca in corso:
Sensus communis aestheticus, Human Theatricality and Grammars of Contemporary Artistic Languages
Sensus communis aestheticus, teatralità umana e grammatiche dei linguaggi artistici contemporanei

 


 

La rivista "Aisthesis. Pratiche, linguaggi e saperi dell’estetico" è disponibile in Open Access sul sito Firenze University Press (sito web).

           

 

 

 
ultimo aggiornamento: 11-Giu-2019
Unifi Home Page

Inizio pagina