Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
DILEF Dipartimento di Lettere e Filosofia

Assegni di ricerca

 

 Referente: Daniele Busi

 

I bandi per assegni di ricerca di tipo b) , attivati ai sensi dell'art.22 della Legge 240/2010, sono rivolti a Dottori di ricerca o a laureati con laurea V.O. o specialistica/magistrale in possesso di un curriculum scientifico-professionale documentato, idoneo allo svolgimento dell'attività  di ricerca.

L'iniziativa del bando parte da un Responsabile scientifico su uno specifico Programma di ricerca, relativo ad un settore scientifico disciplinare di cui il Dipartimento è referente. 

I bandi sono pubblicati per almeno 15 giorni oltre che sul sito dell'Albo Ufficiale, anche in ambito nazionale e internazionale, sul Portale Bandi del MIUR e sul portale EURAXESS dell'Unione Europea.

La Commissione giudicatrice, composta da tre membri effettivi e un membro supplente, scelti tra professori di ruolo e ricercatori appartenenti all'area scientifica in cui sarà  svolta l'attività  di ricerca, effettua la selezione sulla base di una valutazione dei titoli e di un colloquio.  Della Commissione fa parte il Responsabile della ricerca e almeno un professore di ruolo. La Commissione può essere integrata da un rappresentante dell'eventuale ente finanziatore.

Il Decreto di approvazione della regolarità  degli atti  resta pubblicato per 10 giorni sull'Albo Ufficiale

E' compito dell'assegnista produrre una relazione semestrale e una finale sull'attività svolta e consegnarla al responsabile scientifico del progetto di ricerca.

 

Nuovo assegno

Richiesta di attivazione del Responsabile scientifico diretta al Direttore del Dipartimento in cui si manifesta la volontà di attivare un nuovo assegno. Dati necessari: titolo dell’assegno, decorrenza desiderata, copertura dei costi.

Scheda verbale, con presenti tutti i dati necessari alla redazione del bando di concorso, titolo assegno, costo struttura, provenienza fondi, requisiti di ammissione, luogo, data ed ora del colloquio.

Scheda MIUR, per l’inserimento dei dati sul sito MIUR stesso, il giorno della pubblicazione del bando sull’Albo Ufficiale di Ateneo. Il giorno successivo, i dati del bando e tutte le indicazioni per reperirlo, saranno automaticamente trasmesse sulla piattaforma Euraxess per favorire la partecipazione di candidati anche non italiani.

Rinnovo assegno

Domanda del docente (Responsabile scientifico) diretta al Direttore della struttura, in cui si manifesta la volontà di rinnovare un assegno già in corso, contenente i seguenti dati:

  • titolo dell’assegno
  • copertura dei costi
  • relazioni del/della assegnista, del responsabile scientifico, della Commissione dipartimentale

 

Si richiama l'attenzione degli Assegnisti sui seguenti punti:

  • è obbligatorio redigere entro 6 mesi dall'inizio dell'attività di ricerca una relazione sull'attività svolta e sui risultati conseguiti, da consegnare al Responsabile della ricerca;
  • l'Assegnista ha facoltà di recedere dal contratto dando un preavviso di almeno 30 giorni. La mancata comunicazione comporta la trattenuta del corrispettivo rapportata al periodo di mancato preavviso
    modulo per la dichiarazione di rinuncia
  • l'attività di ricerca deve essere sospesa per maternità, in conformità della vigente normativa in materia. Il periodo di sospensione obbligatoria per maternità deve essere recuperato al termine della natural scadenza del contratto, secondo quanto previsto dalla normativa vigente
    istanza per congedo maternità
    comunicazione ripresa servizio dopo maternità
  • l'attività di ricerca può essere sospesa, a richiesta dell'interessato/a, per malattia grave o per gravi motivi familiari. In tali casi i periodi di sospensione possono essere recuperati al termine della naturale scadenza del contratto, prwevio accordo con il docente responsabile, e nel rispetto dei limiti imposti dal finanziamente o a disposizione;
    istanza per congedo parentale, malattia, gravi motivi
  • l'Assegnista è tenuto/a a stipulare una polizza assicurativa contro il rischio di infortuni inerenti l'attività di ricerca e potrà usufruire dell'assicurazione stipulata dall'Ateneo
    (contributo di euro 6,50 - da versare sul bollettino del conto corrente postale n.2535 intestato all’Università degli Studi di Firenze - per adesione alla Polizza assicurativa infortuni)
  • ad ogni Assegnista viene data una casella di posta elettronica istituzionale unifi.it per tutta la durata dell'assegno. L'Assegnista è tenuto a controllarla e ad utilizzarla con continuità;
  • ogni Assegnista è tenuto a comunicare quanto prima le informazioni necessarie all'allestimento della sua pagina personale sul sito web del Dipartimento, inviando ad Antonella Marinaro una mail contenente i dati seguenti:
    Qualifica
    Indirizzo [si intende indirizzo istituzionale]
    Contatti [indirizzo istituzionale]
    Attività di ricerca
    Note [nel campo note possono essere inserite notizie relative a curriculum e pubblicazioni]
    È inoltre possibile, ma non obbligatorio, inviare una propria foto (150x150 pixel).

 

Assegni di ricerca sul sito UNIFI

 

 

 

 

 

 
ultimo aggiornamento: 17-Dic-2019
Unifi Home Page

Inizio pagina